Slide show    
HOME   FUNGHI   ORCHIDEE  GALLERIE   DOVE SIAMO    SITEMAP
 
 
   
   

Lactarius tesquorum Malenšon


  • Omogeneo
  • Cappello di medio-piccole dimensioni, piano-convesso, poi moderatamente depresso, margine involuto, fortemente pubescente per la presenza di peli intrecciati lunghi fino a 5 mm circa, la superficie vischiosa trattiene le foglioline caduche del cisto che la ricoprono completamente, di colore crema pallido, rosa carnicino, con sfumature giallastre o rosate al disco.
  • Lame adnate, subdecorrenti, spesso forcate al gambo, crema pallide con sfumatura rosate, poi crema giallognole, appressate, intercalate da lamellule, si macchiano di ocra brunastro nelle parti contuse o fratturate.
  • Gambo corto rastremato alla base, rosa-giallastro, spesso scarsamente scrobicolato, pruinoso feltrato in alto, cavo con l'etÓ.
  • Carne dura e compatta, biancastra con riflessi rosati, un apprezzabile viraggio grigio-rosato pallido Ŕ visibile al taglio, sapore piccante-acre, odore gradevole fruttato-fungino.
  • Habitat autuno-inverno, tipico del cisto in areale di Macchia Mediterranea (Cistus monspelliensis) e dei cisti femminili di bordura (C. salvifolius, C. incanus)
  • CommestibilitÓ: non commestibile-tossico, provoca sindrome gastro enterica costante, vertigini e cefalee, risolvibili in 48-72 ore.
  • Somiglianza con L. terminosus di diversa ecologia esclusivo delle betulle, L. mairei che invece cresce sotto querce su suolo calcareo.
  • NOTE: FUNGO DI MUCCHIO, FUNGO DEL CISTO: il suo nome deriva dal latino tesqua landa deserta, riferito all'habitat di crescita. Questa specie Ŕ legata strettamente a Cistus monspeliensis ma cresce anche sotto cisti femminili di bordura. Rientra nella sezione Piperites, sottosezione barbatini, dal sapore piccante-amaro, odore grato fruttato, rivestito da una fitta maglia di tomento intrecciato concentrato ai margini. Tossico e pericoloso, viene consumato ancora in Puglia, dove Ŕ conosciuto come "Fungo di mucchj", dove mucchj sta per Cistus monspeliensis, sotto il quale cresce abbondante.
   

 

 
  talmamax
  funghi
    sezione edules
    nomi comuni e volgari
    boletus per sezioni
    lignicoli
    ascomiceti
    lycoperdaceae
    genere hebeloma
  schede di funghi
  porcini della sila
  ricerca di funghi
  determiniamo il fungo
  notizie di tossicologia
 

tabelle riassuntive

  indice illustrato orchidee
  schede di orchidee
  orchidaceae genera
  ricerca di orchidee
  mappatura di orchidee
  fiori
  piante
  animali
  habitat
  impegno sociale
  scrivetemi
  terruncielli
 
 

 

 

   

 
ABOUT TALMAMAX
 
 "talmamax"  Ŕ il titolo di questo sito ed Ŕ l'acronimo estratto dai nomi del mio entourage familiare.
Con l'avvento della banda veloce ho dato vita al dominio  http://www.talmamax.it dal 2003, Ŕ oggi ancora attivo in questa nuova ed accattivante veste grafica
Costruito e gestito in proprio con l'editor html FP, a piccoli passi sono riuscito a pubblicare e tenere aggiornate oltre 500 pagine sui vari temi della natura che mi appassionano.
 La Calabria Ŕ meta delle mie ricerche, ma spesso e volentieri sconfino nelle  regioni limitrofe, ovunque vi sia la presenza di funghi ed orchidee, ma  anche amici, con i quali condividere questa sana passione per la natura.
ARTICOLI RECENTI
 
TossicitÓ dei funghi e loro sindromi
Tra poco inizia la stagione del fungo detto dormiente o marzuolo, il primo a fare la sua comparsa nei nostri boschi montani dopo l'inverno.
Le orchidee della Val di Neto
La grande fioritura dei prati silani
Nuove schede descrittive dei funghi.
Dedicato alla mia famiglia, gli amici....
Porcini della Sila
LINKS
 
"Miami Beach" S.Lucido
Temasas_San_Lucido
 I Funghi Della Calabria
 
 

Google Chrome
Copyright ę 2003-2015 Immagini e testo di talmamax
webmaster tony talmamax lupo
 
 

Contatore visite