Slide show    
HOME   FUNGHI   ORCHIDEE  GALLERIE   DOVE SIAMO    SITEMAP
 
 
     
   
Boletus subtomentosus L.


 
  • Omogeneo
  • Cappello di piccole dimensioni all'esordio, di forma emisferico convesso poi convesso disteso, completamente appianato fino ad avere il margine parzialmente revoluto ed assumere misure inaspettate, superficie feltrata, dai colori molto variabili che vanno dal giallo limone, giallo olivastro al rosso brunastro, rosso vivo, assumendo comunque tutte le tinte intermedie.
  • Tuboli all'inizio sono di un bel giallo vivo - giallo oro, poi scuriscono al giallo brunastro- giallo oliva, mostrano un viraggio leggero sul blu, pori ampi ed angolosi, concolori ai tubuli.
  • Gambo cilindrico con base appuntita, liscio senza alcuna decorazione, tranne una leggera venatura non sempre apprezzabile, giallo vivo o giallo pallido in alto, giallo ocraceo in basso, parti di micelio di colore bianco sono visibili nella porzione radicale.
  • Carne biancastra o giallo pallida, nella metÓ inferiore del gambo assume colorazioni da rosa a rossastro, odore fruttato-fungino leggero, sapore dolce.
  • Habitat di norma sotto castagni e querce, dove trova il suo ambiente ideale ed Ŕ pi¨ facile incontrarli qui, ma Ŕ rinvenibile quasi dappertutto, anche sotto abeti misti a faggi, persino sotto un noce, tra i rovi a bordo dei boschi.
  • CommestibilitÓ: Commestibile.
  • Sinonimi: Boletus lanatus Rostk.; 
  • Somiglianze con Xerocomellus cisalpinus, determinabile per il viraggio al blu limitatamente alla zona del gambo in sezione, mentre nella specie in scheda il viraggio Ŕ limitato ai tuboli, Xerocomellus chrysentheron che ha preferenza per le conifere, ha gambo rossastro, sotto la cuticola rossastra sono visibili areolature dorate della carne sottostante, forme brune di Xerocomellus rubellus, che per˛ Ŕ idemntificabile per il caratteristico colore scarlatto alla vase del gambo dentro e fuori.
  • NOTE: Boleto tomentoso Ŕ il nome volgare per questa specie commestibile ma di valore scadente, utilizzando soggetti giovanissimi nel misto invece Ŕ riscontrabile una certa bontÓ organolettica.
 
 
 

 

 

   

 
ABOUT TALMAMAX
 
 "talmamax"  Ŕ il titolo di questo sito ed Ŕ l'acronimo estratto dai nomi del mio entourage familiare.
Con l'avvento della banda veloce ho dato vita al dominio  http://www.talmamax.it dal 2003, Ŕ oggi ancora attivo in questa nuova ed accattivante veste grafica
Costruito e gestito in proprio con l'editor html FP, a piccoli passi sono riuscito a pubblicare e tenere aggiornate oltre 500 pagine sui vari temi della natura che mi appassionano.
 La Calabria Ŕ meta delle mie ricerche, ma spesso e volentieri sconfino nelle  regioni limitrofe, ovunque vi sia la presenza di funghi ed orchidee, ma  anche amici, con i quali condividere questa sana passione per la natura.
ARTICOLI RECENTI
 
TossicitÓ dei funghi e loro sindromi
Tra poco inizia la stagione del fungo detto dormiente o marzuolo, il primo a fare la sua comparsa nei nostri boschi montani dopo l'inverno.
Le orchidee della Val di Neto
La grande fioritura dei prati silani
Nuove schede descrittive dei funghi.
Dedicato alla mia famiglia, gli amici....
LINKS
 
"Miami Beach" S.Lucido
Temasas_San_Lucido
Pianetafunghi forum
 
 

Google Chrome
Copyright ę 2003-2015  Immagini e testo di talmamax
 webmaster tony talmamax lupo
 
 

Hit Counter